parquet flottante roma

Parquet flottante: Posa

 

Scegli la posa flottante se vuoi tutelare la pavimentazione di base

La scelta di una posa flottante si rende quasi necessaria in quei casi in cui si vuole mantenere intatta la pavimentazione originaria.

Se hai affittato un appartamento e non ti piace la pavimentazione perché non si intona con il tuo arredamento o troppo logora, non esitare a far posare il parquet flottante, poiché le superfici sottostanti non si danneggeranno e i listoni possono essere facilmente asportati, nel caso di un trasferimento in una nuova residenza.

Noi della Forma Luxury di Roma, con il nostro nuovo punto vendita che si interessa prettamente di parquet, intendiamo aiutare la clientela attraverso una scelta ponderata sia per quanto riguarda i listoni in legno e sia per le metodiche della posa in opera.

Ci avvaliamo di personale competente nel settore, in grado di fornire tutte le spiegazioni necessarie per una scelta consapevole e ponderata. Il tuo acquisto sarà oculato, proprio perché si baserà sui preziosi consigli che riceverai.

I parquet flottanti sono una valida alternativa all’incollaggio perché non prevedono metodiche invasive di nessun genere ed il montaggio del parquet flottante non prevede tassativamente l’utilizzo di chiodi o viti.

Inoltre, se sei un amante dell’arte del fai da te, potrai acquistare i listoni e posarli autonomamente con incredibile facilità ed in un lasso di tempo molto breve. Questa tecnica sta prendendo sempre più piede anche nei casi di ristrutturazione veloce e tra coloro che non amano l’impiego di sostanze tossiche o di attrezzature che potrebbero pregiudicare la pavimentazione già esistente.

In cosa consiste un pavimento flottante?

Il pavimento flottante è definito anche ‘galleggiante’ ed è una metodica poco invasiva e di incredibile velocità di posa. I listoni di legno non vengono incollati ma assemblati tramite incastro, grazie a sistemi brevettati che uniscono i cosiddetti maschi e femmine.

Prima della posa, il parquet flottante va attentamente ricoperto con un materassino di materiale isolante che impedirà la risalita di umidità. Questo tappetino parquet flottante nello stesso tempo limiterà il rumore del calpestio./p>
Il materiale che viene adoperato dagli operatori varia a seconda delle superfici da rivestire e del clima presente negli ambienti abitativi. I più utilizzati sono i fogli di nylon, gli strati di polietilene espanso o le guaine di sostanze bituminose.

Chiaramente, ogni soluzione che si adotterà dovrà essere in grado di garantire un suolo calpestabile omogeneo e non troppo voluminoso, dove poter appoggiare i listoni di legno.

I tecnici sceglieranno il lato dell’area su cui cominciare la posa, rivolgendo l’elemento femmina dal lato della parete, ricorrendo all’uso di nastro isolante, per rendere stabile le tavole durante l’assemblaggio.

Una volta terminata la copertura dell’intera superficie, si procederà con le finiture e si lascerà riposare il parquet flottante per almeno 24 ore.

L’ancoraggio al pavimento originario avviene grazie allo stesso peso dei listoni. La maestria è basilare in questo tipo di posa perché è necessario calcolare meticolosamente la distanza tra un elemento ed un altro per evitare pericolose micro fessure che potrebbero pregiudicare tutto il lavoro.

La nostra azienda, al fine di evitare spiacevoli inconvenienti, assicura un lavoro meticoloso e preciso da parte dei nostri operai che agiscono con certosina pazienza e cognizione, disponendo i listelli in innumerevoli assetti, per garantire un risultato geometrico di grande impatto estetico.

Le tecniche più utilizzate per montare parquet flottante sono a lastra, a scala, a testa in avanti, a felce e quant’altro, sempre nel pieno rispetto dei gusti del cliente e a seconda del materiale scelto.
Il nostro show room è fornito di listoni di diverso tipo e delle migliori marche (parquet prefinito flottante, parquet rovere flottante, parquet laminato flottante etc), ogni elemento rispecchia fedelmente le caratteristiche dell’arredamento presente in casa.

Perché scegliere un parquet flottante?

Parquet flottante e rumore

Scegliere un parquet flottante è sinonimo di garanzia contro il rumore, perché rispetto alla posa tramite incollaggio, la percezione dei rumori viene limitata al massimo, grazie al sottofondo isolante con lastre in polietilene o alle guaine di materiale bituminoso. Gli inquilini del piano sottostante, infatti, percepiranno i rumori del camminamento in modo davvero minimo.

Il nostro personale qualificato sarà in grado di elargire numerosi e preziosi consigli sulla scelta di un pavimento flottante e sulla valutazione del prezzo di un parquet flottante. Il pavimento è sconsigliato in alcuni casi, nelle stanze da bagno, per esempio, conviene far installare il parquet con la metodica dell’incollaggio, perché le superfici sono soggette a bagnarsi frequentemente.

L’acqua che si riversa sui listoni in quantità abbondante potrebbe irrimediabilmente infiltrarsi al di sotto delle tavole, con conseguente ristagno e formazione di muffe.

Inoltre, per un parquet flottante sicuro ed efficiente, è fondamentale scegliere elementi che non devono mai essere inferiori ai 14 centimetri, altrimenti si potrebbero verificare delle oscillazioni. Le misure intermedie sono le più idonee per la metodica dell’incollaggio.

Per non sbagliare nella scelta e per avvalerti di un servizio impareggiabile, rivolgiti al nostro personale e rimarrai piacevolmente sorpreso dalla cortesia e dalla competenza di chi collabora con la nostra azienda con impegno e passione.

Parquet di grandi dimensioni

Il parquet flottante prefinito ti permette di avere listoni di grandi dimensioni, lunghi anche oltre i 2 m e larghi fino a 50 cm. I listoni di parquet di grandi dimensioni ti permettono di avere un ambiente al passo con le nuove tendenze di design  con uno spazio moderno ma nello stesso tempo caldo.