Manutenzione del parquet: quando effettuarla?

Avere un parquet nella propria casa è qualcosa di particolarmente bello e raffinato. Sentire sotto i piedi il legno, osservarne i colori e le sfumature è piacevole per gli occhi ed è grande la soddisfazione di aver scelto un tipo di pavimentazione che non passa mai di moda.

Ma il legno che compone il parquet, essendo un materiale vivo, si trova a reagire non solo all’usura del tempo, ma anche alle condizioni climatiche a cui è sottoposto. Ed è per questo che vanno prese delle costanti accortezze, a partire dal monitoraggio della temperatura dell’ambiente in cui il parquet è presente, che deve essere tra i 16 °C e i 22 °C (comunque non superiore a 30 °C o inferiore ai 10°C) e con un’umidità che deve rimanere tra il 45% e il 60%.

Inoltre, spesso accade che il legno possa cambiare di colore (sbiadirsi o scurirsi), dato che reagisce alla luce diretta, che va evitata il più possibile, utilizzando delle tende. Con il tempo possono anche avvenire ammaccature, per via di eventuali incidenti domestici, ma vi è anche usura, dovuta al calpestio oppure rigonfiamenti, causati da perdite d’acqua.

Occorre, quindi, effettuare una tempestiva manutenzione del parquet, in modo che non venga danneggiato in maniera irreparabile. Noi di Forma-Luxury trattiamo solo i parquet di prima qualità quindi ci teniamo a garantire una manutenzione impeccabile e adatta per ogni tipo di legno. Leggete i consigli qui di seguito per ottenere i risultati migliori.

Innanzi tutto, è necessario applicare prodotti idrorepellenti, di cui possono occuparsi i nostri tecnici, che si prendono cura di ogni tipo di parquet a Roma. In questo modo, il pavimento verrà tutelato in modo che non vi siano macchie e condizioni di peggioramento.

In genere, la frequenza della manutenzione avviene a seconda del tipo di parquet presente negli ambienti.

Cosa fare prima della manutenzione di un parquet?

Nell’effettuare la manutenzione del parquet esistono diversi accorgimenti e misure nonché trattamenti. Innanzi tutto, viene eseguita una pulizia generica, rimuovendo l’eventuale polvere presente in superficie. Viene, poi, passato uno straccio leggermente inumidito di acqua oppure un po’ di detergente neutro apposito (privo di ogni tipo di solvente) per pavimenti in legno.

Esistono prodotti che presentano funzioni antibatteriche e che possono essere utilizzati sia su parquet finiti a olio o cera oppure verniciati. Vanno assolutamente banditi ammoniaca, alcool e prodotti schiumosi: basta passare, poi, un panno di cotone (asciutto) per la lucidatura, seguendo le venature del legno.

Se, in generale, la pulizia avviene in maniera costante, i nostri tecnici avranno meno difficoltà nell’eseguire la manutenzione straordinaria del parquet. Si consiglia di non trascurarlo mai e di fare in modo che sia perfetto e mantenga un ottimo aspetto nonché una costante lucentezza.

Manutenzione del parquet a Roma

La manutenzione del parquet segue le caratteristiche del legno che lo compone e noi siamo scrupolosi nel rispettarle, grazie a tecnici specializzati e sempre attenti alle richieste dei clienti. Se si tratta di legno verniciato, allora effettueremo una manutenzione ogni tre mesi o, per lo meno, una volta all’anno.

Innanzi tutto, occorre precisare che i trattamenti vengono eseguiti con prodotti altamente protettivi in dispersione acquosa, in modo da proteggere e, allo stesso tempo, ravvivare la vernice esistente.

Si può dire che le modalità siano le medesime di un lavaggio normale, ma, mischiati all’acqua, usiamo prodotti speciali protettivi, rinforzanti e ravvivanti. In questo modo, vi è la possibilità di migliorare la resistenza a ogni tipo di abrasione, andare ad agire sull’idrorepellenza e, alla fine, occuparsi del lato estetico del pavimento, concentrandosi sulla rimozione di eventuali macchie, segni oppure difetti non troppo visibili.

In caso contrario, abbiamo smacchiatori con solventi, che usiamo con estrema prudenza e solo in alcuni punti del parquet, visto che possono rovinare le vernici, lasciando aloni antiestetici. Anche per i legni con finitura a olio conviene effettuare la manutenzione ogni tre mesi.

Il nostro staff avrà a cuore il compito di rinnovare l’olio, passato sul parquet con delicatezza, per restituire il nutrimento al legno e proteggerlo, seguendo sempre la direzione di ogni sua venatura. Questo trattamento ridona vitalità al parquet, lo lascia traspirare, tenendo aperti i suoi pori, per un rinnovato senso di lucentezza.

Questo tipo di parquet è, però, molto sensibile alle macchie nonché ai graffi e noi saremo attenti a eseguire adeguanti trattamenti locali e, se necessario, effettueremo una levigatura parziale, compensandola con uno speciale olio di ripristino.

Per i legni cerati, invece, la situazione si complica un po’, dato che la manutenzione andrebbe eseguita almeno una volta al mese. Ci penseremo noi ad effettuare interventi volti a restituire brillantezza alla finitura, che, col tempo, rischia sempre di annerirsi. La manutenzione del parquet la eseguiremo rimuovendo, innanzi tutto, la vecchia cera. Successivamente, passeremo un panno inumidito con acqua e uno speciale solvente a cera. Subito dopo, effettueremo il risciacquo, poi applicheremo una nuova mano di cera, per arrivare, infine, alla lucidatura.

Richiedici maggiori informazioni o un sopralluogo per valutare il tipo di manutenzione più adatta alla tua pavimentazione in legno.